Otranto

versione Inglese Versione Inglese
le vostre vacanze ad Otranto
Otranto e il Salento
 
Otranto - Appartamenti - Rufino Vacanze
 

Otranto

Otranto - Appartamenti - Rufino VacanzeOtranto ha un'antichissima origine: la sua struttura urbana risale al V sec. a.C., ma vi sono tracce di residenze umane precedenti. Fu un rilevante centro messapico, poi fiorente porto e "municipium" romano. Nel corso dei secoli passò da un popolo all'altro (Normanni, Svevi, Angioini, Aragonesi).
Ma le vicende che hanno reso celeberrima Otranto si svolsero nel 1480.
Essa fu invasa e devastata dai Turchi, che occuparono la città dopo un assedio durato dal 28 luglio all'11 agosto. Si impossessarono delle terre intorno alla città e razziarono tutto ciò che trovarono sul loro cammino. Il 14 agosto 1480 Achmet Pascià, il comandante della flotta turca, scelse 800 uomini validi tra i cittadini di Otranto e promise di aver pietà delle loro vite se si fossero convertiti all'Islam e avessero rinnegato la fede Cristiana, vivendo sotto il patronato turco.
Essi, capeggiati da Antonio Pezzulla, detto il Primaldo, si rifiutarono. Furono legati, e condotti con una macabra processione al Colle della Minerva, oggi chiamato Colle dei Martiri. Qui furono decapitati davanti agli sguardi sgomenti di mogli, padri, figli e parenti tutti. Il primo ad essere giustiziato fu proprio Primaldo che, si alzò prodigiosamente in piedi, nonostante fosse privo di testa, e non ci fu verso per i Turchi di buttarlo giù fintanto l'ultimo otrantino non fu decapitato.
I corpi dei Beatissimi Martiri rimasero lì come monito per tutti, insepolti per più di un anno. Quando l'esercito Aragonese liberò la città l'11 settembre 1481, fu dato l'ordine di raccogliere i resti degli eroici cittadini. I corpi furono ritrovati miracolosamente intatti. Oggi si possono visitare le sacre reliquie nella Cappella dei Martiri, nella navata destra della Cattedrale dell'Annunziata a Otranto.

Monumenti da visitare ad Otranto

Otranto offre al turista numerosi luoghi da visitare.

Otranto - Appartamenti - Rufino VacanzeIl Castello Aragonese fu eretto da Ferdinando d'Aragona nel 1485, sfruttando i resti di un fortino preesistente di fattura bizantina. Le tre torri non facevano parte della vecchia struttura, ma furono aggiunte dagli aragonesi. La cosiddetta "Punta di diamante", ovvero quello spuntone che protende verso il mare è opera dei viceré spagnoli (1587). Il Castello presenta subito una piazzetta d'ingresso e un ballatoio superiore nel suo perimetro; le sale superiori del castello hanno lo scopo di disorientare il nemico; le sale circolari delle torri presentano finestre con bocche di fuoco; la sala triangolare è opera dell'architetto Ciro Ciri; le sale inferiori alla piazzetta sono ricche di scorciatoie, sotterranei e vie di fuga. A difesa della città si costruirono poderose mura, fortificando quello che rimaneva di quelle bizantine dopo gli attacchi dei turchi (nei decenni a seguire se ne registrarono numerosi). Queste mura furono intervallate da tre torri principali: Ippolita, Duchesca e Alfonsina, e, insieme al Castello, racchiudono, come uno scrigno prezioso, l'antico borgo di Otranto.

Otranto - Appartamenti - Rufino VacanzeLa Cattedrale dell'Annunziata fu consacrata nel 1088. Un tempio imponente dove si mescolano lo stile romanico, quello greco, il normanno e il rinascimentale. Il rosone esterno è di fattura gotica. Il portale è una costruzione postuma (1674). È divisa in tre navate, separate da due file di 7 colonne ciascuna. In fondo alla navata destra ci si imbatte nella Cappella dei Martiri. I dipinti sparsi per tutta la Chiesa sono un'importante testimonianza dei bizantini. Il mosaico pavimentale è un'opera eccezionale. È attribuito a Pantaleone, un sacerdote della vicina Abbazia di S. Nicola di Casole, e fu realizzato dal 1163 al 1166.

Otranto - Appartamenti - Rufino VacanzeLa piccola Basilica di San Pietro (IX-X secolo), di fattura bizantina fu un vero punto di riferimento per la piccola cittadina. La pianta si presenta a croce greca, formata da tre piccole navate. Le quattro colonne centrali sostengono una cupola senza tamburo. Sulle pareti affreschi notevolissimi raffigurano la vita di Gesù Cristo.


Otranto - Appartamenti - Rufino VacanzePer chi ama le escursioni non dimenticate di visitare il Colle dei Martiri, la Torre del serpente, l'Ipogeo di Torre Pinta, il Faro della Palascia (Capo d'Otranto) e i resti dell'Abbazia di San Nicola di Casole.

VISITA IL NOSTRO NETWORK:

APPARTAMENTI SALENTO

APPARTAMENTI AD OTRANTO

AGENZIA IMMOBILIARE OTRANTO

VENDITA APPARTAMENTI OTRANTO

Privacy
RUFINO VACANZE
Sede Legale: Via Giuseppe Negro, 18 - 73028 Otranto (Le)
REA C.C.I.A.A. di Lecce 204616 - P.I. 03143580755
Licenza del Comune di Otranto per Casa Vacanza n° 155 ST rilasciata il 01/06/2004